La parabola di un estintore

Posted by opinionista on Ottobre 19, 2011

C’era una volta un ragazzo con un estintore in mano.
Sto ragazzo fu sparato in faccia per impedirgli di lanciarlo.
C’era un’altra volta un altro ragazzo con un estintore in mano.
Lui è riuscito a lanciarlo senza che nessuno gli sparasse in faccia.
Il primo è morto ed è diventato un martire del movimento.
Il secondo non è morto, è diventato il mostro del movimento e rischia qualche anno di carcere.
E sono passati solo dieci anni.

Filed under lamate bz

4 thoughts on “La parabola di un estintore

  1. il movimento non ha imparato un cazzo, ma il secondo ragazzo si che ha imparato.
    si è pentito in diretta. e non su due piedi, su uno solo: quello su cui non aveva fatto perno sabato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *