Bestie boys.

Posted by opinionista on Febbraio 3, 2012

La solitudine è na brutta bestia.
I periodi no, so na brutta bestia.
Sei il primo critico di te setsso? è na brutta bestia.
C’hai il cuore in pappa? è na brutta bestia.
Il cervello non ricuce più, taja, come na lama de rasoio, brutta bestia.
Il rancore, il veleno, intossicano e te fanno diventà na bestia.
I fallimenti, so na brutta bestia.
La malinconia è na brutta bestia.
I ricordi, il passato è lucchettato ed il futuro incerto, insieme, come catene, so na brutta bestia.
La scogliosi è na brutta bestia.
Il diaframma compresso è na brutta bestia.
L’autocommiserazione, una brutta bestia.
L’ evasione, le droghe, i vizi, se non stai al ciocco, ponno diventà una brutta bestia.
La famiglia , brutta bestia.
Se ti senti tradito è na brutta cosa, na brutta bestia.
Hai perso tutta la tua flessibiltà, è perché sei già na bestia.
Se per quarche motivo te senti vittima del monno, è na brutta bestia.
Arzasse la mattina presto è na brutta bestia.
Il tempo che passa a buffo è na brutta bestia.
Quello che impari crescendo è na sola, na brutta bestia.
Ciò che non hai ancora imparato lo imparerai con altro dolore, sarà il prossimo feroce mozzico della bestia.
E Quannè, Ti rintanerai in qualche cunicolo, ferito e impaurito, come na bestia.
Rompese na gamba a sei anni, na brutta bestia.
Gli insulti so na brutta bestia.
I giudizi de chi ami pònno esse duri, se non li sai gestire è na brutta bestia.
Le aspettative? dipende da che piega prenneno, per esperienza dico, facile che diventino, na brutta bestia.
La macchina che t’accanna in mezzo al nulla, è na brutta bestia.
La luce va via e tu non hai comprato le candele, è na brutta bestia.
Se te citofonano le guardie, è na brutta bestia.
se senti sempre che c’hai qualcosa da nasconne, è na brutta bestia.
Se te svejano quelli della pubblicità in cassetta rosichi come na bestia.
Gli incubi di notte, o l’insonnia, so na brutta bestia.
Una telefonata inaspettata, il più delle volte, è na brutta notizia, e le brutte notizie indovina che so?
Na brutta bestia.
T’accenni la sigaretta dalla parte sbajata? Poco male, ce n’hai altre. Le hai finite? na brutta bestia.
Hai finito i sordi? Na brutta bestia.
Non l’hai mai finiti perché non ce n’hai mai avuti? Una brutta bestia.
Te licenziano, na brutta bestia.
Te assumono, na brutta bestia.
Te sei addormentato presto e c’hai sonno lo stesso? È sonno arretrato, una brutta bestia.
Te sei svejato sul trenino ventisette fermate dopo? Vedi sopra, una brutta bestia.
Dopo il mejo sogno te seisvejato tutto sudato? Brutto, brutta bestia.
Le incazzature so na brutta bestia.
Fare pippa è na brutta bestia.
Vergognasse de quarcosa è na brutta bestia.
I sensi de colpa so na brutta bestia.
Le responsabiltà, i progetti, gli obiettivi, so na brutta bestia.
Senza responsabiltà, ne progetti, ne obiettivi è tosta uguale, na brutta bestia.
L’estinsione dei tonni, una brutta bestia.
Le bugie che ripetono tutti tutti i giorni, una brutta bestia.
I denti che te fanno male, che male, niente in confronto al conto del dentista. Brutta bestia.
Il freddo umido è na brutta bestia.
La metereopatia, una brutta bestia.
I mal di testa so na bruttissima bestia.
Il cane che piagne e non ti sa dire perché, una brutta bestia.
Te sei scordato i preservativi, te devi interrompe, devi rivestitte, scenne, e trovà na farmacia aperta, un impresa, na brutta bestia.
La merda più la smovi più puzza, che brutta bestia.
Te distrai un attimo e vai a sbatte, te giri a guardà na pischella e vai a sbatte, non chiamavano te, te sei voltato, vai a sbatte, te se incastra il filo dell’accelleratore, sicuro che vai a sbatte, c’hai il vetro appannato, occhio che vai a sbatte, il gradino era ghiacciato scivoli e vai a sbatte, curvi col motorino, c’è il brecciolino, porco dio, vai a sbatte, ti alzi di scatto, lo sportello è aperto, c’hai le corna, ce vai a sbatte, non impari dagli errori e ce risbatti, famo na gara, semo in due, me batti, me so allenato un botto, manco parti, parti pe na crociera demmerda e al primo scojo la nave sbatte, a carnevale te vesti da donna, non sai annà sui tacchi, te se gira la caviglia coll’altro piede inciampichi, e vai sbatte, nun m’annava de venì e so pure annato a sbatte, so sceso a comprà il latte
, il bar era già chiuso, che palle, me tocca prenne la macchina sennò mi moje chi la sente, perdo il parcheggio, e in più, vado pure a sbatte, quell’altro scenne, è un pugile, me pista de botte, te arzi tutto rotto e a quel punto, pensi, mancaddì che ero n’ottimista mortaccivostra!
Sei un pessimista? Brutta bestia.

Filed under lamate st.rt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *