L’omo Novo!

Posted by opinionista on Marzo 8, 2011

Lavoro come un cojone in un posto che vorrei disintegrare. Mi dicono che siamo in crisi. Che dovrei pure ringrazia’ il signore. ( quale signore?) Abito in una casa che m’ha lasciato mi padre. Mi dicono che questo mi lega ad una perenne condizione parentale. Ma che comunque è un lusso, e devo ringrazia’ il signore (qui mi è più chiaro) Non sono omossessuale ne bisessuale ne transessuale..Mi dicono che questo segna una certa rigidità nel lasciarmi andare. Comunque  sei caruccio, accontentate, già che ce stai ringrazia pure  tu madre. Per le persone che amo mi impegno,  mi spacco il culo. Mi dicono” parlaimone”  comunque prima cambia vocabolario. Perché è un pò antiquato, costretto e non tiene conto. Alle persone che odio, che m’hanno ferito Trovo il più delle volte la forza per dedicargli un sorriso. Nonstante tutto, penso, non ce l’hanno con me, so’ affari loro. Vado ad una festa e tutti che se sorridono. Che ve ridete? Mi dicono fa parte di questo modo nuovo di essere, lo vende quello lì,  un tanto al kilo. Sii  contento, perché se non sorridi, sei il primo a esse escluso. Poi vado ad un’assamblea e tutti che se contraddicono. Dici su chè? Dopo due ore se je lo chiedi  non lo sanno manco loro. Mi dicono devi esse contento, è il prezzo della crescita, il succo del conflitto. Bene, allora esprimiamo sto conflitto, parliamo veramente onestamente Senza fa finta de esse tutti arancioni cresciuti in qualche pezzo d’oriente

Ma.

Se litigo co la mia compagna. Lei mi dice che so aggressivo. Se nun me incazzo. Che so passivo. Se parlo con calma. Quello che dico. E’ un prodotto. Se non parlo con calma. Che non amo il confronto. Se se lasciamo è perché ho sbagliato. Se me lasciano è perché non ho capito.. Che il mio approccio col sesso è noiso. Se voio scopà tutti i giorni che ha fatto cristo Va a fini che sono il  solito maschio. Se non scopaimo più invece adesso si che tiri fori il desiderio. Quando è che potrò sentimme pure io Ogni tanto strano?? Se faccio i piatti ma chèè e cosi che se fanno?? Se cucino! No qui nn dice niente nessuno. Se me vedo la Lazio. Me rompono i cojoni compagne, amiche e pure il romanista maschio. Del tipo “Il Calcio è dell’uomo antiquato ”, oppure, sei popo daaalazio.

Io vivo un corpo in crisi, in una citta in crisi, in un paese in crisi, in un mondo in crisi. Financo la televisione è in crisi. Ma se dico: ao me sento in crisi!! Guarda nel  passato. Se dico ao me sento un fallito. Te credo sei pigro. Vabbè so pigro. Vado a lavoro e dico Allora fateme lavorà de meno. macchè ! la Logica aziandale di certe pretese non  ne tiene conto. Allora  porco dio! Becchete  un richiamo. Me spiego in italiano? Statte zitto sei  ideologico. E Se te tiro un sanpietrino? sei un  violento! Se non tiro nessun sapietrino? È perché ha vinto il nichilismo. Era mejo il comunismo. E’ na questione de bullismo. E’ Un neo colonialismo. Non c’è più  romanticismo- Non se trova più un parcheggio, sulle stelle, chi ce sale più apparte il prezzo del greggio? Da ragazzino ero un gaggio. Odesso so pure peggio Alla mia tavola nun scureggio. Scureggio in giro. Daltronde m’hanno detto Il privato è politico. Io che so incolto non ho capito. Ho guardato il disagio mio e di chi me vedo intorno e me sò detto Ma che sete matti;

Dal mal e in peggio!!

Allora, oggi che è otto marzo, la festa delle donne, ve faccio na proprosta. Solo pe stavolta niente separatismo, fatece aggregà!

“Divertentismo”

Filed under lamate st.rt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *